Post Recenti

CERCA

mercoledì 26 aprile 2017

Vari tipi di solitudine

Una persona che impara a stare bene da sola non si accontenta più della compagnia di chiunque.


FONTE: labottegadelbarbieri.org

La solitudine può essere una tremenda condanna o una meravigliosa conquista.
Imparare a stare bene da soli è una delle più grandi battaglie della vita.



Esistono diversi tipi di solitudine, quella voluta, quella indotta e poi, la peggiore, quella ricorrente nonostante la presenza di qualcuno nella propria vita. Ci si sente veramente soli quando quando si ha accanto qualcuno che non da valore al nostro tempo.

Nonostante i rumori quotidiani del mondo troppo spesso i nostri pensieri rimbombano nella mente facendo troppo rumore e, generalmente, quelli più ricorrenti, sono proprio i pensieri che ci fanno più male. Ed è allora che si tende a riempire i propri spai vuoti, con persone, situazioni, interessi e molto altro. Di tutto pur di non sentire ancora e ancora quel dolore. La sofferenza mentale è spesso paralizzante, perchè ti tocca proprio nella parte più intima di te. Affonda lentamente dentro noi stessi ancorando le proprie radici saldamente e – a tratti – ci impedisce di respirare.


Corrono come se avessero il fuoco sotto il sedere in cerca di qualcosa che non si trova.Si tratta fondamentalmente della paura di affrontare se stessi,si tratta fondamentalmente della paura di essere soli. (Charles Bukowski)

Chi rifugge la solitudine è generalmente una persona che soffre e quando una persona prova una morsa lancinante allo stomaco farebbe qualsiasi cosa per avere uno spiraglio di luce. Rimanere da soli con se stessi fa paura, perché costringe ad avere a che fare con le proprie paure, quelle più nascoste, quelle che cerchiamo ogni giorno di soffocare dentro noi stessi.


La solitudine è come una lente d’ingrandimento: se sei solo e stai bene stai benissimo, se sei solo e stai male stai malissimo.
(Giacomo Leopardi)

Una persona che riesce a stare bene da sola è una persona che ha imparato a conoscersi e, soprattutto, ad accettarsi. Ha imparato ad affrontare i propri fantasmi del passato, a volersi bene anche senza una persona accanto.
Occorre parecchia forza per riuscire ad amare la propria solitudine.

Solo una persona che ha veramente toccato il fondo è in grado poi di assaporare veramente la solitudine, e quando la solitudine è diventata una compagnia fedele anziché una nemica si inizia a dare valore al proprio tempo. Non ci si circonda più di false presenze. Non si scende più a compromessi con se stessi. Non ci si rassegna ad una presenza altalenante che ci fa comunque sentire soli.


Pensavo che la cosa peggiore nella vita fosse restare solo. No, non lo è. Ho scoperto invece che la cosa peggiore nella vita è quella di finire con persone che ti fanno sentire veramente solo.
(Robin Williams)

FONTE (Link)



venerdì 21 aprile 2017

Spasmo ipnico: la sensazione di cadere nel vuoto durante il sonno

Il 70% delle persone hanno vissuto almeno una volta la sensazione di cadere mentre si dorme, definita dalla scienza “spasmo ipnico”.

Quando ci addormentiamo e qualche secondo dopo abbiamo la sensazione di cadere nel sonno si sta verificando lo spasmo ipnico.
Lo spasmo ipnico, la sensazione di cadere nel vuoto mentre si dorme, è un fenomeno che si verifica proprio nei primi istanti del sonno. In genere si manifesta quando si è stressati o ansiosi, ma può manifestarsi anche in assenza di queste due condizioni di salute. In tal caso esso tende fortunatamente a sparire con l’avanzare dell’età.
Quando si verifica una situazione del genere di solito le gambe, o anche altri muscoli del corpo, finiscono per contrarsi rapidamente. Tale contrazione involontaria ci porta all’improvviso risveglio.
Ma perchè avviene la contrazione?
Lo spasmo ipnico è dovuto al fatto che, nel preciso istante in cui ci si addormenta, la nostra respirazione cala notevolmente e questo fenomeno viene visto dal cervello come una condizione di pericolo. In una frazione di secondo il sistema nervoso ci procura l’improvviso risveglio. Durante la fase iniziale del sonno, dalla formazione reticolare, un’area del tronco encefalico, viene inviato un segnale lungo tutta la spina dorsale, provocando così un rilassamento dei muscoli. Questo segnale viene “frainteso” dai tessuti muscolari e tale incomprensione porta poi agli spasmi, protagonisti della nota sensazione di cadere nel sonno.
Svariate possono essere le cause dello spasmo ipnico: fare attività sportiva nelle ore serali, l’assunzione di sostanze come la caffeina, stress o anche la stanchezza provocata da un sonno irregolare. In alcuni casi il verificarsi di questo particolare avvenimento può dipendere anche da delle carenze nutrizionali (come carenza di ferro o carenza di calcio) oppure dall’influenza sensoriale che l’organismo percepisce in un determinato luogo.
Questa sensazione però può verificarsi anche nella fase REM del sonno, ovvero nel bel mezzo dei nostri sogni. In tal caso essa è legata ad un fattore psicologico dovuto al sogno stesso.
Se ad esempio stiamo sognando di cadere da un dirupo, da un’altura ecc, il nostro cervello percepisce il vuoto e rivive le stesse sensazioni che ha provato da sveglio, quando magari ci è capitato di perdere l’equilibrio e di cadere da un gradino o da una sedia.

Non è necessario però preoccuparsi e diventare paranoici al riguardo: questo fenomeno continuerà a far parte delle nostre vite, dato che è qualcosa di assolutamente naturale. Tuttavia con l’avanzare degli anni dovrebbe verificarsi sempre di meno fino a sparire del tutto.

mercoledì 19 aprile 2017

Cosa accomuna la Pasqua alle Uova?


La Pasqua viene considerata una festività cristiana rubata al paganesimo.La Pasqua cade la prima domenica dopo il primo plenilunio di primavera. 

Si tratta quindi di una festività legata all'equinozio di primavera. Tutti i popoli pagani dell'Impero Romano, e non solo, conoscevano già questa festa, che non è altro che una festa primaverile: gli alberi germogliano, nei prati sbocciano i primi fiorellini e quindi la natura, dopo il freddo inverno, "risorge"

Cosa accomuna quindi la Pasqua con le uova?

In molte parti d’Europa le uova hanno conservato il loro originario significato pagano in modo marcato: in Russia e Ucraina l’uovo è considerato un talismano di fertilità e vita e cibarsi di tale alimento consentirebbe di celebrare il ritorno della bella stagione.

Con l’ascesa del Cristianesimo le uova simboleggiarono non più la rinascita della natura ma la resurrezione: così come il pulcino nasce dall’uovo Cristo è risorto uscendo dal sepolcro; le uova colorate di rosso sono il simbolo del suo sangue. Le uova sono state introdotte nel Cristianesimo non per ragioni di tipo dottrinale, ma in seguito al naturale adattamento di tradizioni millenarie alla religione di Cristo...

L'uovo ha una ricca simbologia... e Pasqua è un esempio.. Pasqua rinvia al termine : "Passaggio" dall'ebraico Pesach... quindi ci parla di un andare oltre.... 

Il passaggio rinvia ad un cambio, un mutamento... una trasformazione e l'uovo ciò che permette un costante mutamento... uno sviluppo, in attesa della grande sorpesa della Nascita....

Quindi primo aspetto le Ovaie ci parlano di passaggio.. di un mutamento... e se si hanno problemi di ciclo ormonale riguarderà questo aspetto... non viene compiuta una mutazione... e si potrà lavorare su questo aspetto del passaggio... ed un passaggio è problematico quando è :
a) troppo lento....o
b) troppo veloce....

Nel primo caso ci si blocca... nel secondo ci si trova fuori posto e fuori spazio.

Da qui il ciclo troppo in anticipo o troppo posticipato...

Stiamo parlando di maturazione e in ogni caso parleremo di "immaturità" sia che si è lenti o veloci.. ci sono dei tempi di natura da rispettare... che permettono un adegiata maturazione del soggetto.

Poi la Pasqua rinvia anche al senso di "Liberazione" perchè è la celebrazione della liberazione degli schiavi ebrei dall'egitto verso la "terra promessa"..... Quindi ci parla di Liberazione, di Cammino...di Direzione... siamo ancora in un passaggio chiaramente, ma prenderà anche un nuovo aspetto che è quello di Liberarsi.... da qualcosa
Problemi Ovarici ? = Stato di Schiavitù.... Non siete libere, vi sentite sottomesse.... e ci sarà questa traiettoria, la conquista dell'autonomia....
Quindi questo sarà il secondo aspetto....
Arriviamo alla terza parola che è Sacrificio e Passione... già si pensa che la parola Passione sia positiva, e dipende... ogni Passione rivia ad un sacrifico..... le Passioni vissute con conflittualità sono dovute al non riuscire a gestire o a non essere consapevoli del Sacrificio che ne deriva.....
I Miti insegnano... La passione di Cristo per liberare... e troviamo a scala la seconda parola chiave e ci avviamo quindi alla terza appena Enunciata... Passione...
Le Ovaie ci parlano di Passione e di Sacrificio.... Se non abiamo un buon esito di questo equilibrio avremo problemi in tale settore stessa cosa ovviamente per tutte le parole chiavi anche se troviamo nella genealogia, ad esempio una nonna o la propria madre o magari una zia con problemi ovarici ci rispecchierà a tutte quelle parole chiavi e vi farete donne le domande del caso.
L'uovo contiene il potere della vita.... e dentro diverse Cosmogonie dentro l'uovo c'è La Creazione, una funzione ordinatrice.... l'idea del BIG-BANG Deriva è un archetipo di tale aspetto Innato....

Il Desiderio è la nostra forza ordinatrice.... ciò che ci fa uscire dal Caos e dalla confusione è il DESIDERIO ... e va però gestito al meglio, infatti possiamo lasciarci condurre da esso nella creazione o farci distruggere... le Passioni hanno in se un immenso potere.... il potere della realizzazione e della rinascita è lo stesso della distruzione e della Morte...rappresentato dalla lettera Tav o Tau in greco. In tarologia è la numero 22 o lo 0....e che forma ha lo Zero ? Quella di un Uovo....! "0"... iInfatti si pone all'Origine e alla Fine.....


FONTI:

venerdì 7 aprile 2017

Guerra alla Siria: perchè?



Non amo i dittatori, non amo neanche la finta democrazia e non amo quello che sta accadendo in questi giorni, sembra di vivere in Orwell 1984 dove stampa e TV, tra una notizia vera e una falsata iniziano a bombardarci con una propaganda (senza prove) che ci porterà (spero di no) in una nuova guerra, che porterà a sua volta ancora morte e miseria a un popolo già colpito duramente. L’obbiettivo è ancora una volta la Siria, Trump ha infatti dichiarato: “Ho cambiato idea su Assad, gli Usa sono pronti a fare da soli in Siria”. Quante falsità in queste parole, quante falsità in questo occidente che vuole in ogni modo intervenire in Siria con accuse mai provate veramente, neanche nel 2013, e se ne frega del resto del mondo. Nelle Filippine per esempio c’è un pazzo come presidente che “si paragona al nuovo Hitler” parole sue, e sta uccidendo migliaia di ragazzi con la scusa di una “guerra alla droga” che porta gli “squadroni della morte” a uccidere in strada i “presunti” consumatori, ma di questo tutti se ne fottono, chissà perché? Forse perché non si trova in Medio Oriente.




Invece tutti hanno interesse ad intervenire in Siria, come ha scritto Claudio De Marco, ecco alcuni motivi:


1 – in Siria, non c’ è nessuna banca centrale Rothschild.

2 – la Siria ha vietato gli alimenti geneticamente modificati e la coltivazione e l’importazione degli stessi.


3 – la Siria è l’ unico paese arabo che non ha debiti con il fondo monetario internazionale, né con la Banca mondiale, né con chiunque altro.


4 – la famiglia Assad appartiene all’orientamento alauita, trattasi di una corrente sciita minoritaria di Islam tollerante; gli sciiti vengono combattuti dalla morte di Maometto dalla maggioranza sunnita.


5 – le donne siriane hanno gli stessi diritti degli uomini allo studio, sanità e istruzione.


6 – le donne siriane non sono obbligate a indossare il velo. La Sharia (legge islamica) è incostituzionale in Siria.


7 – la Siria è l’ unico paese arabo con una Costituzione laica e non tollera movimenti estremisti islamici, che vengono combattuti severamente (anche con metodi estremi).


8 – circa il 10% della popolazione siriana appartiene a uno dei molti rami cristiani, sempre presenti nella vita politica e sociale.


9 – in altri paesi arabi la popolazione cristiana non raggiunge l’ 1% a causa dei maltrattamenti subiti.


10- la Siria è l’ unico paese del Mediterraneo interamente proprietario del suo petrolio (circa 500.000 barr/day) e che non ha privatizzato le sue aziende statali.


11- la Siria ha un’apertura verso la società e la cultura occidentale, come solo il Libano nel mondo arabo.


12- la Siria era il solo Paese pacifico in zona, senza guerre o conflitti interni.


13- la Siria è l’unico paese al mondo che ha ammesso i rifugiati iracheni, senza alcuna discriminazione sociale, politica o religiosa.


14- Bashar Al-Assad ha un’ elevata approvazione popolare.


15- la Siria ha discrete riserve di petrolio (circa 2,5 miliardi di barili), che è riservato alle imprese statali.

venerdì 31 marzo 2017

Morbillo: non è affatto corretto parlare di epidemia

Prima degli anni ’90 il morbillo si presentava a ondate epidemiche ogni quattro-cinque anni. E così tutti diventavano protetti entro una decina d’anni. Poi, con l’introduzione della vaccinazione pediatrica, l’epidemiologia è cambiata. Oggi, che il virus circola meno, sono più frequenti i casi tra i bimbi con meno di un anno e i giovani adulti.

“Quando si vaccinano soltanto i bambini si sposta in avanti l’età delle persone suscettibili, quelle che si possono ammalare. È un fatto risaputo” (Michele Grandolfo, epidemiologo ISS).

Nel 2016, da gennaio a dicembre, ci sono stati 844 casi e 238 soltanto nel gennaio 2017. Fonte ISS qui.

L’orchestra suona per gli 844 casi all’anno e per i 238 nel mese di gennaio. Nessun morto, va detto, anche se una parte ha sofferto di effetti collaterali, in qualche caso importanti.

Una parte del coro: il morbillo è tornato per colpa di chi non si vaccina.

L’87-89% dei bambini è vaccinato contro il morbillo ma della durata della protezione degli adulti non si sa granché. Più della metà di chi ha contratto la malattia di recente ha dai 15 ai 40 anni.

Dei pochi casi analizzati in gennaio, un 12% era stato vaccinato una o più volte (di un altro 7% non si sa nulla).

Si sa, da precedenti studi, che circa il 5% di vaccinati non è immunizzato. La protezione data dalla malattia, invece, dura tutta la vita.

È assai difficile, oggi, riuscire a calcolare l’effettiva protezione nei vari strati della popolazione.

Si potrebbe essere protetti al 30% o al 40% o al 60%, nessuno lo sa, visto che non ci si preoccupa di controllare se l’immunizzazione è presente o è avvenuta. Tuttavia il morbillo compare a ondate, in media ogni lustro.

I neonati che nascono da madri vaccinate ricevono una protezione anticorpale inferiore. Così, proprio i più piccoli, risultano leggermente meno protetti nell’età più delicata. E infatti sono aumentati anche i casi di morbillo sotto l’anno di età (il vaccino si fa a 15 mesi).

I primi fiati fanno credere che i pochissimi bimbi non vaccinati (11-13%) siano untori, che siano malati e infettino sia i coetanei già vaccinati (???) che quelli che non si possono vaccinare.

Qualche soprano: i non vaccinati fanno crollare l’ immunità di gregge e faranno tornare tutte le malattie. Non solo: è colpa loro anche se i leucemici si ammalano di qualche terribile infezione fino a morirne.

Sappiamo che nessuno ha mai verificato quanta parte di popolazione sia effettivamente immunizzata, naturalmente o in seguito a vaccino, quindi non si conosce la percentuale dell’immunità di gregge da morbillo, a maggior ragione fra i ventenni-quarantenni che non hanno contratto la malattia. Inoltre, è assai più facile – purtroppo – che i malati di leucemia contraggano il morbillo da chi ha appena fatto la vaccinazione a virus vivo, ad esempio dall’ 87-89% dei bambini. (Fonte: Asl e la legge 210/92 art. 4 che prevede l’indennizzo di soggetti non vaccinati che siano venuti a contagio con soggetti vaccinati).

Crescendo di trombe e fiati: ai bimbi non vaccinati va proibito l’asilo, va proibito l’asilo, va proibito l’asilo…

E agli adulti (non vaccinati)? Niente lavoro? Ma allora anche niente tasse?

Altri fiati: “senza obblighi la gente non capisce” e si progetta di far approvare nei Comuni e nelle Regioni provvedimenti punitivi.

Ad esempio, in Veneto è stato proposto di far pagare i danni delle malattie (?) alle famiglie che non vaccinano. E per raggiungere la vetta dell’assurdo, ai danneggiati da vaccino non verrà riconosciuto un cent! Le famiglie scomode e sfortunate che dopo una vaccinazione sono precipitate nell’inferno, sono state liquidate con un documento che riporta che gli eventi avversi non esistono. Fine della discussione. (Documento Fnomceo, luglio 2016).

Flauto dolce. Abbiamo visto qui che finchè la legge nazionale resta quella in vigore non si potrà impedire l’accesso all’asilo (anche se verranno approvati regolamenti comunali e regionali), è sufficiente che fra scuole e Asl intercorra una segnalazione di mancata vaccinazione.

Baritoni: le famiglie non vaccinano i bambini per effetto delle campagne antivax sul web.

Peccato che non se ne trovi traccia di campagne antivax; semmai si incontrano, in rete, genitori sempre più preoccupati di non venire ascoltati, altri che sono ignorati per aver denunciato (invano) un danno da vaccino, altri ancora che chiedono chiarimenti sugli adiuvanti o studi sui 15 vaccini da inoculare il primo anno, comparazioni fra bimbi vaccinati e non, e, infine, i dati di farmacovigilanza inspiegabilmente fermi al 2013. Ma soprattutto chiedono di non essere costretti a vaccinare!

Fagotto. Visto che il morbillo è tornato, si applichi il piano vaccini per intero, 59 vaccini da 0 a 18 anni e poi si vada avanti fino alla fine della vita a combattere virus e batteri a suon di richiami e nuovi vaccini.

Controfagotto: il morbillo uccide 132mila persone all’anno. (Dove? Nei Paesi poveri, non nel mondo Occidentale).

Il direttore d’orchestra, Renzi: “Basta propaganda, coi vaccini non si scherza”.

Diciamo anche noi: basta propaganda, anche con la nostra salute non si scherza.

Per chi dovrebbe suonare l’orchestra.

In italia, ogni giorno, mille persone ricevono una diagnosi di tumore maligno e si calcola che 485 persone al dì muoiano di cancro (la stima è al ribasso, appartiene alle sole regioni dotate di registro tumori nel 2013). Cliccate qui, pag 25.
Sempre al 2013 si riferiscono gli 11.124 morti per leucemie e linfomi. Già, nel Paese che per diversi mesi all’anno, da anni, supera il limite delle polveri sottili e del benzene nessuna-amministrazione-nessuna ha mai promosso la circolazione di veicoli elettrici, come accade a Pechino.

Vogliamo paragonare gli 844 malati di morbillo (vivi) con gli 11.124 morti di leucemie e linfomi? Vogliamo ammettere l’esistenza del danno post vaccinazione? E pretendere studi comparativi e discuterne? Per il bene dei figli che nasceranno?

Chi suona, ora?

Ascoltiamo.


I messaggi dei crop circle

Molti agroglifi sembrano essere prodotti da un’energia a noi sconosciuta capace di piegare senza rompere gli steli delle piante che vengono sottoposti a forti emissioni di calore.

L’energia in grado di produrre tali spettacolari disegni potrebbe essere quella a microonde, o qualcosa che potrebbe andare oltre le tradizionali spiegazioni scientifiche. Proprio per questo motivo, gli agroglifi sono stati la causa di molte discussioni tra coloro che credono nella loro origine extraterrestre e gli scettici, tenaci sostenitori di abili truffe perpetrate dai moderni circlemaker che muniti di asticelle e corde sarebbero in grado di creare complessi schemi geometrici in sole due o tre ore. Molti agroglifi sono troppo perfetti e laboriosi per essere stati impressi dagli esseri umani, anche se non si deve sottovalutare le infinite capacità umane quando si tratta di riprodurre cose apparentemente impossibili all’ingegno umano. Un biologo molecolare con un dottorato in chimica presso il California Institute of Technology (Caltech), sostiene di poter spiegare le differenze che sussistono tra gli agroglifi artificiali, quelli creati da una forza extraterrestre e quelli riconducibili all’intervento di futuri crononauti (umani in grado di viaggiare attraverso il tempo).

Per oltre 20 anni, il Dr. Orazio Drew ha cercato di studiare l’affascinante complessità strutturale di alcuni agroglifi, tenendo spesso conferenze con le quali spiegare la vera natura dei Crop Circle. Una di queste conferenze è stata organizzata la scorsa settimana in occasione del seminario UFO & Paranormal organizzato a Sidney dal Research Society of Australia. Dopo aver visitato più di 20 siti in cui sono comparsi misteriosi agroglifi, Drew è giunto alla conclusione che essi tendono ad apparire con una certa frequenza soprattutto in Occidente e non in Australia o nei paesi asiatici . Il ricercatore afferma che i Crop Circle sembrano nascondere due tipi di messaggi.

Alcuni di questi sono inviati da intelligenze superiori come un saluto cosmico inoltrato da una civiltà avanzata che ci vede allo stesso modo con cui vediamo gli animali. Molti Crop Circle sembrano nascondere un codice binario che rappresenta la più semplice forma di comunicazione paragonabile ai fischi e sciocchi emessi dai comuni delfini. Egli ammette che alcuni Crop Circle sono creati artificialmente dall’uomo anche se non mancano quelli che sembrano essere stati impressi da una forza sconosciuta.

Drew ha stabilito inoltre che i cerchi contengono una forma avanzata di codifica binaria, aggiungendo di essere riuscito ad interpretare l’universale codice contenuto in alcuni di questi messaggi cosmici.

martedì 28 marzo 2017

Legge di Guarigione Universale della Natura o Legge di Hering

ricerca google immagini

Ogni guarigione comincia dall'interno e procede verso l'esterno, dalla testa verso il basso, e in ordine inverso da com'erano apparsi i sintomi della malattia”.

La GRANDE ed UNICA caratteristica della Guarigione Naturale avviata dall'eliminazione dello Stress generato dalle incoerenze derivanti dai Conflitti Spirituali attraverso l'acquisizione delle conoscenze sulle Leggi che regolano gli organismi Viventi, deve essere effettuata con le Cure Naturali ed i rimedi naturali correttamente utilizzati, rimedi omeopatici compresi (in certi casi) + alimentazione corretta.

Hering asseriva che quando si incomincia a pensare, mangiare, vivere in modo piu' sano, si fa l'esperienza inversa di tutte le situazioni e di tutti i sintomi che hanno condotto allo stato patologico, tale percorso inverso continua fino a quando si raggiunge di nuovo lo stato di benessere, questa legge stabilirebbe che la salute incominci a reinstaurarsi dall'interno procedendo verso l'esterno. Con l'aiuto della mappa dell'iride e della legge di Hering si potrebbe dunque comprendere l'idea centrale dell'olismo cioe' la stretta, secondo questa teoria, interconnessione tra corpo, mente e spirito.
Un altro aspetto della legge di Hering evidenzierebbe che sulla via del raggiungimento dello stato di benessere si constata un miglioramento in ogni organo o sistema danneggiato che procede al contrario, dalle viscere all'esterno dell'organo o della pelle.
Tale legge e' conosciuta anche come principio di reversibilita' e interviene in pratica quando una persona che ha intrapreso la via della malattia cronica decide di fermarsi e cambiare direzione, questo sarebbe il primo passo verso la guarigione, il secondo sarebbe quello di cambiare abitudini, cioe' rifare il cammino per tornare verso la salute, che, si suppone ricostruire la nostra integrita' di tessuto.
Questa e' l'unica via verso il vero benessere generale e che, sebbene altri mezzi possano procurare sollievo, senza un cambiamento Etico si abbia una continua perdita di integrita' di tessuto (infiammazione + intossicazione ecc.), che avvicina ad una situazione cronica o degenerativa.

Questa Legge e' detta "Centrifuga", perche' tutte le Tecniche Naturali mirano a "buttar fuori" la "malattia", anziche' tendere a reprimere i sintomi trattenendo all'interno del corpo l'ammalamento stesso, come normalmente fanno i medici allopati con i farmaci di sintesi.
Questo indispensabile ed unico meccanismo (questa Legge naturale) serve per ottenere il ripristino dell’energia vitale e la Perfetta Salute (P.S.).
Nelle VERE guarigioni, dopo l’applicazione delle giuste tecniche e con la somministrazione dei rimedi corretti, il paziente non giunge allo stato di pieno benessere in modo casuale, bensì seguendo un iter scandito da una Legge di Guarigione ben precisa di eliminazione dei sintomi. 
Cio' significa che i sintomi spariranno dall'alto (Ego/IO, mente, cervello, testa - lato Spirituale>fisico) verso il basso (fisico-corpo, il che vuol dire che sparira' prima uno stato d'ansia che una pirosi gastrica = bruciore di stomaco); spariranno dall'interno verso l'esterno (al miglioramento di un'asma puo' far seguito un peggioramento di un eczema cutaneo che poi a sua volta migliorera' e non viceversa) questo per la caratteristica "centrifuga" della cura naturale e/o omeopatica, che mira a "buttar fuori" la malattia anziche' tendere a sopprimerla.
Spariranno inizialmente i sintomi che sono comparsi piu' recentemente e in un secondo tempo quelli che hanno un'origine piu' remota nel tempo, cioe' inordine inverso alla loro comparsa.
Tale Legge e' conosciuta anche come principio di reversibilita' (Il cammino di ritorno dall'Angolo critico - la malattia - e ed una riflessione interiore, Spirituale, ma totale, sui propri Conflitti=incoerenze fra i propri comportamenti e le Leggi della Salute Naturale) ed interviene in pratica quando una persona, che ha intrapreso la via della malattia cronica (*), decide di fermarsi e cambiare; questo e’ il primo passo verso la guarigione = la decisione di FARE qualcosa per se stessi.
Il secondo e’ quello di cambiare abitudini, comportamenti (Etica), cioe' rifare il cammino inverso per tornare verso la Salute, in modo da ricostruire l'integrita' e la funzionalita' di cellule, tessuti, organi e sistemi.
Nel contesto anche nell'iridologia, si conferma che questo processo, in accordo con la legge di Hering, e’ l'unica via verso il vero benessere generale e che, sebbene altri mezzi possano procurare sollievo, senza un cambiamento di Vita, si attua una continua e progressiva perdita di integrita' delle cellule,tessuti, organi e/o dei sistemi del corpo, il che avvicina progressivamente e velocemente ad una situazione cronica o degenerativa che continua fino alla morte, se non si interviene per bloccare e/o invertire questo processo con apposite cure, le meno invasive possibili, tipo le Cure naturali

Hering fu un grande Medico Omeopata tedesco dell’800, conosciuto come il “padre” dell’Omeopatia negli USA (consiglio di leggere la sua biografia perché molto interessante).

Questa Legge è importantissima per l’Omeopata perché segnala se la cura sta procedendo nella direzione giusta, e quanto tempo ci vorrà per la guarigione.

Questa Legge è espressa da 4 principi:

1) a malattia progredisce dall’esterno all’interno, mentre quando è curata guarisce dall’interno all’esterno;

2) la guarigione dovrà verificarsi dall’alto verso il basso;

3) la guarigione dovrà iniziare dagli organi più importanti e proseguire in quelli meno;

4) la guarigione avviene in ordine inverso alla comparsa dei sintomi.

Il punto 1) ci dice che la malattia ha sempre direzione centripeta (verso l’interno), mentre la guarigione ha sempre direzione centrifuga (verso l’esterno).

Questo spiega perché le cure soppressive del sintomo vanno evitate e perché le manifestazioni esterne (tipo verruche, nei, ed ogni manifestazione cutanea) non vadano assolutamente trattate in modo aggressivo e sintomatico, ma aiutate nella loro liberazione verso l’esterno, quindi alla loro scomparsa in senso centrifugo.

Il punto 2) ci dice che la vera guarigione partirà dal piano psicologico-mentale, per arrivare al piano fisico-corporeo.

L’individuo alle visite di controllo dice sempre: “mi sento meglio“, anche se magari la patologia organica è ancora presente.

Il punto 3) completa il punto 1), perché la guarigione inizia sempre dagli organi “nobili” (cuore, polmoni, cervello), fino a giungere a quelli meno importanti (tipo la cute). La guarigione ha questa direzione proprio per preservare il più possibile gli organi più importanti, localizzando il “problema” in quelli meno importanti e più estesi. Questa è un’ulteriore conferma del fatto che la malattia non va soppressa nelle manifestazioni “esterne” degli organi meno importanti, ma curata proprio in quella fase (ancor meglio sarebbe prevenirla, come abbiamo visto), per evitare che si “radichi” sempre più in profondità (insomma far “morire di fame” il miasma il prima possibile).

Il punto 4) introduce un concetto se vogliamo paradossale (non dimentichiamoci che stiamo facendo “il viaggio attraverso lo specchio”).

Cosa vuol dire che la guarigione avviene in ordine inverso alla comparsa dei sintomi? Vuol dire semplicemente che la cura Omeopatica farà “tornare alla luce” vecchi sintomi soppressi e scomparsi in passato

FONTE: scienzaeconoscenza.it (LINK)

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...