Post Recenti

CERCA

venerdì 20 marzo 2015

IN ARRIVO IL GUSCIO D'UOVO ARTIFICIALE



E' trasparente e permette di studiare gli embrioni





Un guscio d'uovo artificiale, completamente trasparente, permette per la prima volta di osservare direttamente lo sviluppo di un embrione. È il primo passo verso l'embrione su chip ed è stato ottenuto in Cina da Liu Jing e Lai Yiyu, della Tsinghua University. Descritto sulla rivista Science China, il guscio ha dimostrato di essere un'incubatrice efficiente, nella quale sono stati fatti sviluppare embrioni di pollo fino a 17 giorni e chimere, ossia embrioni con Dna di specie diverse.

Il guscio sintetico segna lo sviluppo della tecnologia che da alcuni anni permette di studiare tessuti e organi su chip, analizzando sostanze chimiche e popolazioni di cellule. L'uovo trasparente è un passo ulteriore: è un vero e proprio sistema biologico (l'embrione) inserito in un guscio su chip. Si tratta quindi di un vero e proprio laboratorio vivente, da utilizzare per osservare direttamente come i geni entrano in azione durante lo sviluppo embrionale, fornendo così informazioni preziose per studiare le malattie genetiche e per mettere a punto vaccini.

''E' la prima volta che si può studiare lo sviluppo di un embrione dinamicamente: ossia si può osservare la migrazione delle cellule durante lo sviluppo e la scala gerarchica del funzionamento dei geni'', osserva il genetista Giuseppe Novelli, dell'università di Roma Tor Vergata. ''Attualmente - aggiunge - non sappiamo ancora, durante lo sviluppo dell'embrione, quando i geni si attivano e si spengono''. In questo modo, aggiunge, si potrebbero studiare le funzioni dei geni e anche le malattie genetiche.

''Adesso - spiega Novelli - per fare studi di questo tipo, negli embrioni animali blocchiamo i geni con delle sostanze chimiche e poi andiamo ad analizzare l'embrione'', mentre il guscio artificiale permette di vedere 'in diretta' che cosa accade. Novelli osserva inoltre che innescando reazioni chimiche con la luce (utilizzando cioè l'optogenetica) si potrebbero anche attivare nell'embrione proteine sensibili alla luce dall'esterno e poi vedere che succede. Un'altra possibile applicazione, secondo l'esperto, riguarda il miglioramento dello sviluppo dei vaccini, che vengono prodotti proprio inserendo i virus negli embrioni di pollo, che poi generano gli anticorpi.

Fonte: ansa.it

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...