Post Recenti

CERCA

domenica 3 maggio 2015

Brufoli: spie accese sulla nostra pelle

A differenza della dermatologia tradizionale che sviluppa numerose teorie sui problemi della pelle, la loro durata ed il processo di guarigione, il Dr. Hamer, dopo aver esaminato migliaia di casi, ha scoperto che le malattie della pelle sono sempre collegate a “conflitti di separazione” che la persona prova nei riguardi di figli, genitori, partner, amici che hanno “lacerato” la sua pelle.
Le TC cerebrali di questi pazienti hanno mostrato che questi tipi di conflitti colpiscono senza eccezione la cosiddetta corteccia sensoriale, che è la parte del cervello che si è sviluppata durante il corso dell’evoluzione in accordo con l’organizzazione del branco e della famiglia e la capacità di esprimere un legame sociale ed emozionale attraverso il contatto della pelle.
La separazione da una persona amata può essere emozionalmente molto stressante. In Natura, la separazione dal branco, o da un amico è, biologicamente parlando, una condizione di emergenza. Per questo, un Programma Speciale Biologico e Sensato entra in azione per assistere l’organismo nell’affrontare questo evento traumatico. Durante la fase di conflitto attivo, la pelle perde cellule epidermiche causando una diminuzione di sensibilità al tatto. Questa paralisi sensoria è una forma naturale di protezione da ulteriori traumi di questo genere. Come conseguenza di questa perdita di cellule epidermiche, la pelle diventa secca, rugosa e potrebbe squamarsi.
La risoluzione del conflitto è il punto di svolta. Insieme alla guarigione che avviene a livello psicologico, anche la pelle inizia a ricostituire ed a ripristinare le aree ulcerate con nuove cellule. Durante questo processo di riparazione, la pelle diventa infiammata, inizia a prudere e si gonfia. I disordini cutanei come eczema, dermatite, acne rosacea, orticaria, o herpes sono quindi segni positivi che indicano che il processo di guarigione sta facendo il suo corso. La neurodermatite è una infiammazione “cronica” della pelle.
Nella NMG il termine “cronico” significa che la fase di guarigione non può essere completato per continue recidive conflittuali. La terapia della NMG si focalizza quindi sulla individuazione del conflitto e delle situazioni che interrompono la fase di guarigione rendendola molto prolungata.

La configurazione bifasica delle malattie aiuta anche a comprendere meglio fenomeni patologici come la psoriasi. La Psoriasi, come ha scoperto il Dr. Hamer, coinvolge sempre due conflitti di separazione. Il conflitto attivo si mostra con le desquamazioni cutanee, il conflitto risolto si mostra con le aree arrossate. Il risultato è abbastanza familiare: squame argentee su superficie arrossata.
I disordini della pelle sono in crescita, specialmente tra i bambini. Essi soffrono spesso di conflitti di separazione, quando nasce un nuovo bambino, quando mamma torna a lavorare, quando hanno paura che i genitori lo lascino da solo, o quando si separano. Quando queste situazioni si verificano davvero, allora si sviluppano le dermatiti, specialmente sulla superficie interna delle braccia. Psicologicamente, ciò indica che la separazione è vissuta come: “Non posso più abbracciarti!”, “Non posso più stringerti!”.
Questo ci porta a chiederci perché i disordini della pelle compaiano in precise aree del corpo. Il Dr. Hamer ha scoperto ancora un’altra regola biologica: se una persona destrimane soffre di un conflitto di separazione da un figlio o dalla propria madre, sarà colpita la parte sinistra del corpo; se il conflitto è con il partner (tutti tranne la propria madre o i propri figli), sarà colpita la parte destra. Per i mancini è l’inverso. Tuttavia, questo programma biologico innato può anche avviarsi nel luogo dove la separazione viene percepita, per esempio sulle guance, sull’addome, o su qualsiasi parte della cute dalla quale la persona amata è stata “strappata via”.

Parlando di acne dal punto di vista della Nuova medicina Germanica, tralasciando la parte riguardante la filogenesi embrionale avvenuta nel corso di milioni di anni, si deve tener conto di come viene percepita psichicamente la DHS ciò determina il coinvolgimento del derma appartenente al mesoderma antico oppure il tessuto connettivo facente parte del mesoderma recente, nella medicina accademica non esiste questa distinzione, è stata fatta da Hamer in base al periodo di formazione degli organi nel corso della nostra evoluzione partendo dalla forma ad anello dei nostri antichi predecessori.
Nel caso specifico il derma (mesoderma antico), trova il suo scopo di esistere nella protezione degli organi interni da tutte le avversità del mondo esterno.
In fase di conflitto attivo vi è un a proliferazione cellulare al fine di inspessire il derma per aumentare la protezione fisica ed emozionale di fronte all'attacco subìto, anche se l'attacco è solo verbale il cervello lo può interpretare come un attacco contro la nostra integrità fisica.
Una volta risolto il conflitto, cioè non soffrendo più il problema non vi è più la necessità di avere una protezione maggiore, a quel punto il cervello inverte l'ordine di proliferazione cellulare facendo si che le cellule create in eccesso vengano distrutte per caseosi mediante l'azione dei micobatteri, processo che causa i piccoli ascessi che solitamente noi schiacciamo.
Se i brufoli hanno la pustolina, indicano che si tratta di conflitto di attacco, sporcizia, sentirsi sporcati, colpiti a tradimento. La persona percepisce gli sguardi degli altri come un attacco, qualcosa di fastidioso e verso i quali aumentare il proprio scudo cutaneo. Sulle spalle indica che forse la persona si sente attaccata alle spalle. Sulla fronte può indicare che le persone offendono le proprie idee, sentirsi attaccati nei propri pensieri e opinioni. Forse la persona è un pochino permalosa, orgogliosa e perfezionista, collerica. 
La recidiva è da attribuire a periodi in cui il problema è vissuto 

Possiamo verificarne su noi stessi la veridicità di quanto scoperto e sostenuto dal Dott. Hamer. Questo consente soprattutto a chi è alle prese con problemi ben più gravi di avere un approccio diverso con la “malattia”.

notizie apprese da:frontelibero.blogspot.it
pagina FB "Nuova Medicina gruppo nazionale Alice"

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...