Post Recenti

CERCA

martedì 19 maggio 2015

Piante muoiono con l'acqua scaldata al microonde

Arielle Reynolds, una studentessa inglese delle superiori, ha studiato gli effetti che ha l’acqua scaldata al microonde per un progetto di scienze, con un semplice esperimento ripetibile da tutti, e con un risultato allarmante.
La ragazza ha preso dell’acqua filtrata e l’ha divisa in due parti. Ha scaldato la prima fino a farla bollire in un pentolino sul fornello, mentre ha fatto bollire la seconda al microonde. Dopo averla fatta raffreddare ha bagnato due piantine identiche per nove giorni, una con l’acqua del pentolino, l’altra quella del microonde, per vedere se ci fossero delle differenze nella crescita.
La sua ipotesi era che la struttura o l’energia dell’acqua potesse essere compromessa dal microonde. Quando questo si è verificato, anche lei è rimasta colpita dalla differenza.
Arielle sapeva esattamente che tipo di acqua stava ricevendo ogni pianta. Secondo la studentessa poi, lei stessa voleva che la pianta dell’acqua a microonde crescesse male e, sebbene molti scienziati scarterebbero l’idea , è possibile che i suoi pensieri verso ogni pianta abbiano avuto il loro effetto. In ogni caso, i risultati sono interessanti e sono gli stessi che hanno riportato altri che hanno fatto esperimenti simili con acqua esposta a microonde.


MICROONDE VIETATO IN RUSSIA
I microonde usano una forma non ionizzante di radiazione, che non è cancerogena come la radiazione ionizzante, ma è in ogni caso molto dannosa per la salute umana.
L’Unione Sovietica ha vietato l’uso dei microonde nel 1976 per un motivo. Sono letali in ogni senso. La dispersione di radiazioni dei microonde è un problema serio, abbastanza serio che la FDA ha imposto limiti legali alla dispersione accettabile a ogni produttore di microonde. In ogni caso, l’unico modo per eliminare i pericoli delle radiazioni dei microonde è non usarli. Queste radiazioni possono provocare cataratte, malformazioni congenite, cancro e altre malattie piuttosto serie.
DANNI IRREVERSIBILI A MOLECOLE E MICRONUTRIENTI
Nel suo libro Health Effects of Microwave Radiation, la dr.ssa Lita Lee afferma che ogni forno a microonde rilascia radiazioni elettro-magnetiche, danneggia il cibo e trasforma le sostanze cotte in prodotti tossici e cancerogeni.
Nel Comparative Study of Food Prepared Conventionally and in the Microwave Oven, pubblicato da Raum & Zelt nel 1992, si dice:
Microonde prodotte artificialmente, incluse quelle dei forni, sono prodotte dalla corrente alternata e forzano miliardi di inversioni di polarità al secondo in ogni molecola di cibo che colpiscono. La produzione di molecole innaturali è inevitabile. Gli aminoacidi presenti in natura vengono sottoposti a cambiamenti isomerici (cambiamenti nella forma) e a trasformazioni in forme tossiche, quando subiscono l’impatto delle microonde prodotte nei forni.
Non esistono atomi, molecole o cellule di nessun sistema organico capaci di sopportare una potenza così violenta e distruttiva per un qualsiasi periodo di tempo, nemmeno nella bassa gamma di energia dei milliwatt. Le microonde distruggono rapidamente le delicate molecole di vitamine e fitonutrienti naturalmente presenti negli alimenti. Uno studio ha dimostrato che il forno a microonde distrugge fino al 97% del contenuto nutrizionale delle verdure.
DANNI REALI PER LA SALUTE
Il dottor Hertel è stato il primo scienziato a ideare e realizzare uno studio di qualità clinica sugli effetti che nutrienti scaldati a microonde hanno sul sangue e sulla fisiologia del corpo umano. Il suo piccolo ma ben controllato studio ha mostrato la forza degenerativa dei forni a microonde e del cibo che vi viene cotto. I risultati hanno dimostrato che la cottura a microonde ha modificato i nutrienti negli alimenti e che si sono verificati dei cambiamenti negativi nel sangue dei partecipanti.
Se sei una persona che tiene a nutrirsi in modo naturale e meno tossico possibile, probabilmente ti sei liberato del microonde tempo fa. Se invece lo usi ancora, allora è meglio riflettere se è poi così indispensabile e riconsiderare la cara vecchia padella per scaldare il cibo in modo decisamente più sano.

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...