Post Recenti

CERCA

domenica 19 luglio 2015

Oligoterapia ed elenco dei principali Oligoelementi




L'oligoterapia si basa sull'utilizzo di elementi della tavola periodica che si ritrovano nell'organismo umano e svolgono un importante ruolo biochimico a livello cellulare. Gli oligoelementi si ritrovano in organismi vegetali ed animali e nei tessuti non superano la concentrazione di 1:10000 (tracce). Gli oligoelementi innescano e velocizzano reazioni che non sarebbero possibili o risulterebbero molto lente.
Nell'essere umano che presenta determinate patologie esistono differenti terreni costituzionali che prendono il nome di diatesi, le quali possono modificarsi con l'impiego di specifici oligoelementi singoli o combinati fra loro.
Ruolo biologico degli oligoelementi 

gli oligoelementi si ritrovano a) negli ormoni (zinco, iodio); b) nei centri attivi di importanti molecole (ferro, emoglobina..); c) come cofattori enzimatici che favoriscono le reazioni biochimiche all'interno dell'organismo, accelerandone il processo, e l'oligoelemento rimane inalterato e pronto per una nuova reazione.


Dosaggio

A seconda della quantità in cui viene assunto può portare guarigione, ma anche tossicità in quanto provoca sofferenza cellulare.
  • Dosaggio fisiologico: dose che consente all'organismo di lavorare in modo fisiologico.
  • Dosaggio subtossico: quantità di decimi di milligrammo o pochi grammi, possono dare un'intossicazione che non è immediata, diventa cronica e apprezzabile a lungo termine.



L'assorbimento avviene per via sublinguale è necessario trattenerlo per circa 1 minuto e non deve essere assunto niente nei 15 minuti prima e dopo.
Generalmente si consiglia l'utilizzo dell'oligoelemento diatesico associato al complementare, specifico per una determinata patologia. Si procede per cicli di 2-3 mesi intervallati da una pausa che va da due settimane ad un mese.
Le quattro diatesi
Le diatesi sono terreni costituzionali caratterizzati da specifiche tendenze patologiche che vengono corrette attraverso la somministrazione dell'oligoelemento corrispondente.
MANGANESE (Allergica): tendenza all'eccesso delle funzioni biologiche, i sintomi sono molto accentuati, ma di breve durata. Tale soggetto proietta molta energia verso l'esterno e quindi disperde molte energie (ipereattività).
Segni caratteristici:
  • emotivo, nervoso, irrequieto, presenta spiccata astenia mattutina, ha difficoltà nella prima parte della mattinata ad essere attivo, ed al contrario la sera fa fatica ad addormentarsi.
  • Risulta essere un soggetto entusiasta della vita, affascinato dall'azione e non sopporta l'inattività. Spesso vi è un'aggressività latente.
  • Fra le patologie più frequenti: riniti; alterazioni cutanee; emicrania che non ha una causa apprezzabile, ma presenta una sua ciclicità; algie; artrite; disturbi digestivi (acidità); in generale comparsa di dolori che arrivano con una certa irruenza e velocemente regrediscono.
  • Questa diatesi può essere ricondotta all'elemento legno della Medicina Tradizionale Cinese (MTC), infatti la fase allergica è collegata al fegato.


MANGANESE-RAME (Ipostenica): Tendenza all'affaticamento, tale soggetto non reagisce molto alle situazioni della vita e quindi è spesso sopraffatto dal mondo esterno. Di base vi è un'ipostenia cronica. Tendenza all'infiammazione cronica e debole risposta immunitaria.
Segni caratteristici:
  • riflessivo, emotivo, difficoltà a prendere decisioni, pessimista, irritabilità a causa della stanchezza, metodicità.
  • Caratteristiche fisiche: pallore, magrezza, freddolosità.
  • Tendenza ad una diminuzione della vitalità con scarsa resistenza fisica.
  • Ha bisogno di varie pause quotidiane, in quanto non ha molte energie a disposizione.
  • Fra le patologie più frequenti: alterazioni cutanee; affezioni respiratorie; patologie infettive, osteoarticolari, e debolezza a carico dell'intestini grasso; ipotiroidismo; reazioni linfatiche; dismenorrea.
  • Questa diatesi può essere ricondotta all'elemento metallo della MTC e l'organo corrispondente è il polmone.


MANGANESE-COBALTO (Distonica): Tendenza a fasi di "iper" e "ipo" in alternanza fra loro; è considerata la diatesi della confusione. Qui si ha il confine di passaggio tra lo stato funzionale e quello lesionale, il terreno costituzionale si è alterato. E' caratterizzato da un senso di confusione tra la realtà soggettiva interiore ed oggettiva esteriore. Scarsa capacità di recupero. In questa diatesi il ritorno alla diatesi precedente è proporzionale al danno tissutale.
Segni caratteristici:
  • iperemotività, angoscia anche con manifestazioni fisiche, ansietà, forme depressive, impazienza, vuoti di memoria, pesantezza agli arti inferiori, paura di non essere all'altezza dei propri compiti.
  • Tendenza ad un progressivo affaticamento nel corso della giornata, fatica di vivere.
  • Fra le patologie più frequenti: difficoltà di deglutizione; tachicardia; spasmi; disturbi vasomotori; costipazione e diarrea alternate; spasmi biliari; segni neuromuscolari.
  • Spesso si ha un'insonnia da stress, confusione fra sogno e realtà.
  • Questa diatesi è ricondotta all'elemento fuoco (MTC) e l'organo è il cuore.


RAME-ORO-ARGENTO (Anergica): ridotta resistenza all'agente stressante, diminuzione rapida della vitalità, qui si ha lo stress cronico. L'individuo ha difficoltà a difendersi da aggressioni microbiche e psicologiche. In questa diatesi la personalità ha difficoltà a rapportarsi con l'esterno.
Segni caratteristici:
  • Astenia, disturbi della memoria, confusione mentale, disinteresse per tutto ciò che circonda l'individuo,desiderio di solitudine, disgusto per la vita, pensieri suicida, forte depressione.
  • La stanchezza raggiunge il suo picco massimo a metà mattina e metà pomeriggio, il sonno non è ristoratore e sono frequenti gli incubi.
  • Soggetto bloccato, che non riesce a comunicare con l'esterno.
  • Fra le patologie più frequenti: otiti; angine; reumatismi; osteomieliti; infezioni ricorrenti; disturbi neuroendocrini; micosi recidivanti; patologie autoimmuni.
  • Questa diatesi è ricondotta alla loggia dell'acqua, l'organo corrispondente è il rene.


Accanto alle quattro diatesi ve ne è anche un'altra, che non è proprio una diatesi, ma raccoglie sintomi clinici ed inclinazioni patogene. Prendono il nome di sindrome di adattamento zinco-rame (Tipo A) e sindrome di adattamento zinco-nichel-cobalto (Tipo B). Si traducono in sintomatologia a carico dell'ipotalamo, pancreas, surreni ed organi genitali.
  • zinco-rame disfunzione ipofisi-gonadica
  • zinco-nichel-cobalto disfunzione ipofisi-pancreatica


Tavola periodica semplificata
con elenco dei macroelementi e microelementi minerali alimentari

ELENCO DEI PRINCIPALI OLIGOELEMENTI
1
ALLUMINIO
Al
Ritardo dello sviluppo intellettuale del bambino
Problemi di concentrazione mentale, favorisce le attività mnemoniche
Astenia nervosa, insonnia
Disturbi della memoria
2
ARGENTO
Ag
Processi infiammatori ed infettivi a carico dell'apparato rino-faringeo, sindromi influenzali
Reumatismi acuti, epatite acuta
3
ARGENTO-MERCURIO
Ag/ Hg
Infezioni cutanee e delle vie urinarie
4
ARSENICO
As
Affezioni a carico dell'apparato linfatico
Asma ed enfisema polmonare, tubercolosi
Acne e foruncolosi
Distonie neurovegetative
5
BISMUTO
Bi
Affezioni acute e croniche a carico di laringe, faringe, orecchio, naso
Disturbi agli occhi, angine, otiti, su base infettiva
6
COBALTO
Co
Regolazione del simpatico (soprattutto spasmi arteriosi e dell'apparato digerente)
Emicrania
Sistema circolatorio
Disturbi vaso motori (formicolii, spasmi, piedi e mani fredde)
Distonie neurovegetative
Calmante (ansia, reazioni emotive acute)
7
CROMO
Cr
Azione sul pancreas
Diabete giovanile (associato all'insulina)
8
FERRO
Fe
Anemia, emorragie
Alterazioni della crasi ematica
9
FLUORO
F
Iperlassità dei legamenti
Profilassi della carie
Disturbi del metabolismo del calcio (osteoporosi…)
Epifisite, Rachitismo, distorsioni o strappi muscolari
Consolidamento fratture
Scoliosi
Varici - ptosi viscerali
10
FOSFORO
P
Disfunzioni paratiroidee (osteoporosi, distrofie ossee)
Spasmofilia (spasmi vascolari, viscerali)
Disestesie, parestesie
Spasmo della glottide
Pertosse e tossi secche
Contratture muscolari
Allergia respiratoria
Dismenorrea
Intestino irritabile
11
IODIO
I
Disfunzioni tiroidee
Ipertiroidismo con dimagrimento, bulimia (associare Manganese)
Ipotiroidismo con obesità (associare Manganese-Rame)
Oligoelemento specifico del metabolismo tiroideo
Andropausa, menopausa (associare Manganese-Cobalto)
Arteriosclerosi, artrosi, ipercheratosi, geloni, enfisema
Linfatismo
Ipertensione arteriosa (associare Manganese)
12
LITIO
Li
Disturbi psichici
Tendenza depressiva
Ansia, aggressività, Agitazione psicomotoria
Psicosi maniaco-depressiva
Dermatosi nervose e prurito cronico
13
MAGNESIO
Mg
Manifestazioni di tipo spasmofilico
Artrosi
Affezioni intestinali
Nevrite, nevralgia
Astenia, anoressia
Alterazioni del ricambio idrico-minerale
Mialgie, miodistrofie
Sindrome premestruale e dismenorrea
14
MANGANESE
Mn 
Affezioni allergiche (orticaria, asma, rinite)
Emicrania, disturbi digestivi e oftalmici
Artralgie fugaci
15
MANGANESE-COBALTO
Mn/ Co
Sindromi neurovegetative
Regolazione di disturbi circolatori
Disturbi cutanei di origine allergica (eczema)
Disturbi nervosi (ansia)
Disturbi osteoarticolari (artrosi)
16
MANGANESE-RAME
Mn/ Cu
Manifestazioni infettive
Tendenza e disturbi respiratori
Suscettibilità alla fatica
Affezioni della sfera otorinolaringoiatria
Lesioni cutanee infette
Affezioni intestinali e urinarie infettive
17
MANGANESE-RAME-COBALTO
Mn/ Cu/ Co
Trattamento complementare delle anemie in generale
Vasculopatie
18
NICHEL-COBALTO
Ni/ Co
Disturbi pancreatici funzionali (digestione lenta, sonnolenza postprandiale…)
19
ORO
Au
Infezioni
Broncopolmoniti, tubercolosi polmonare
Reumatismo acuto articolare
Ipertensione, varici ed emorroidi
20
POTASSIO
K
Ritenzione idrica (azione diuretica)
Artralgie da artrosi
Dolori articolari
Cellulite
Regolatore della funzione surrenalica
Distonie neurovegetative
21
RAMECu
Affezioni infiammatorie, batteriche e virali (influenza)
Abbassamento delle difese immunitarie
Reumatismo articolare acuto e cronico, artrosi
Patologie del fegato e vie biliari
Psoriasi, cellulite ed eczemi cronici
22
SELENIO
Se
Attività antiossidante cellulare
Utilizzato quando sono presenti quantità elevate di radicali liberi
Fenomeni involutivi senili
Processi infiammatori cronici
Patologie autoimmuni
Tabagismo
23
SILICIO
Si
Rimineralizzante impiegato nella sclerosi vascolare
Osteoartrosi, osteoporosi senile
Accelera la formazione del callo osseo nelle fratture
Fragilità dei capelli e sofferenza ungueale
Ferite, ulcere, afte del cavo orale
Ptosi, prolasso, emorroidi
Ipercolesterolemia e iperuricemia
Ustioni
24
ZINCO
Zn
Disturbi endocrini di tipo funzionale
Regolazione ipofisaria
25
ZINCO-NICHEL-COBALTO
Zn/ Ni/ Co
Patologie pancreatiche (ipofiso-pancreatiche)
Prediabete, obesità
26
ZINCO-RAME
Zn/ Cu
Disfunzioni gonadi/ipofisarie
Affezioni endocrine funzionali della pubertà e della menopausa
27
ZOLFO
S
Affezioni allergiche (desensibilizzazione)
Disturbi funzionali del fegato e delle vie biliari
Reumatologia
Affezioni cutanee (eczema, acne, orticaria, ulcere)
Affezioni respiratorie
Cefalea vasomotoria e muscolo-tensiva

articolo pubblicato su: http://www.scienzenoetiche.it

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...