Post Recenti

CERCA

martedì 13 ottobre 2015

L'aumento della pertosse non dipende dal calo dei vaccini!

I soggetti vaccinati contro la pertosse, pare siano portatori sani, diffondono i batteri e sono responsabili della maggior parte delle epidemie.
Risultati immagini per pertosse
foto da: laviadusicta.net

E’ ormai evidente che, malgrado l’implementazione dei programmi vaccinali, permane il problema e prosegue a peggiorare nel tempo. Inoltre, come abbiamo visto in più di un’occasione, 

l’aumento della pertosse non è correlabile al rifiuto dei genitori di vaccinare i loro bambini per paura di potenziali effetti collaterali. 

Infatti, a parte la durata delle difese immunitarie, è ben noto alla Scienza medica che nemmeno le altissime coperture conferiscono un controllo prolungato della pertosse.

In altre parole: è molto probabile che la popolazione vaccinata è in gran parte responsabile della rinascita della pertosse.

Quando una persona entra in contatto per la prima volta con una malattia infettiva, il suo organismo risponde a ciò che vede e come lo vede. L’organismo forma una sua immunità naturale sulla base di quell’esperienza. Il sistema immunitario presuppone che la prossima volta che incontrerà la stessa malattia, e verrà nuovamente sollecitato, agirà nella stessa forma e posizione

Tuttavia, quando l’immunità di una persona è indotta chimicamente con un vaccino, si creano percorsi differenti dall’immunità naturale, e questi percorsi differenti provocano un problema. L’organismo vede ancora “la causa della malattia”, ma la diversa immunità non funziona come dovrebbe.

Nel caso dell’immunità naturale alla pertosse, per esempio, ACT [tossina adenilato ciclasi] costituisce la base della risposta immunitaria e, di fronte alla risposta immunitaria, è fondamentale per rimuovere i batteri su reinfezione.

Pero' quello che le autorita' "sanitarie" non vogliono dire e' che la Pertosse (come tutte le altre malattie) e' frutto di alterazione della flora batterica intestinale = carenze nutrizionali (malnutrizione) in soggetti con terreno disordinato ed immunodepressi da vaccinazioni precedenti e/o da mutazioni genetiche ereditate da genitori vaccinati od indotte con i vaccini inoculati al soggetto !
In genere vi sono le mutazioni del braccio corto del cromosoma 6 e forse di altri che non sono ancora stati scoperti.
Il batterio e' una cosa assolutamente secondaria, che pero' se iniettato direttamente nel sangue (bypassando le barriere naturali del sistema immunitario...) con il vaccino per la pertosse puo' scatenare malattie le piu' disparate es.:  Sclerosi MultiplaSclerosi Laterale Amiotrofica;Morbo di ParkinsonMiastenia GraveFibromialgiaSindrome da Fatica CronicaMalattie autoimmuni, organo e non-organo specifiche  !

Nonostante l’uso esteso dei vaccini, in molti Paesi del mondo si prosegue ad assistere, da oltre un decennio, al ripresentarsi della malattia. Le ragioni della ricomparsa della malattia non hanno NULLA a che vedere con la popolazione NON vaccinata,

Per maggiori informazioni:
da cui è stato tratto questo articolo.

Articolo correlato:

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...