Post Recenti

CERCA

venerdì 27 gennaio 2017

Pensieri social nel giorno della memoria


Sui social sono numerosissimi i pensieri, le condivisioni di post e messaggi di solidarietà, che si aggiungono a film, congressi, manifestazioni, libri, media martellanti....

Ricordano  la sofferenza del popolo più .............

(inserite un aggettivo a vostro piacimento)
............ della storia.

Mi sono permesso di soffermarmi su concetti ricavati da post e commenti un po' distanti dai classici che puntano sulla memoria poichè non ricordando si è condannati a ripetere il male, il genocidio degli ebrei

Negli ultimi tempi tempi sono sempre più numero se le notizie che mettono in discussione quanto finora siamo stati abituati a credere commemorare. A tal punto che si è dovuto far ricorso alla Legge:


La verità non ha bisogno di essere "protetta per Legge"!!!!!

"Se una verita' viene imposta per legge, si tratta di sicuro di una menzogna".

Per ammissione di ogni storico serio, della croce rossa internazionale, della giurisprudenza di revisione processuale di Norimberga, e per centinaia di scrittori studiosi e persino ammissione da parte di professori universitari e docenti di istituti ebraici, i deceduti nei KL sono inferiori a 350.000 unità. 

bufale stragiste ripetute all'ossessione.

Non bastano le inconsistenti risposte, non basta la assoluta mancanza di elementi di prova, non basta che non ci sia alcuna camera a gas, non basta che le lapidi della memoria di Auschwitz siano state sostituite per l'ovvia incongruenza tra arrivi e decessi, non basta che i "tatuaggi" dei sopravvissuti (i prigionieri più recenti in ordine di tempo) non superino le 6 cifre, non bastano le prove storiche dell'abbandono dei KL un mese prima dell'ingresso dei "liberatori" ( che non hanno sparato un colpo né tanto meno abbattuto alcun cancello), non bastano le foto di teatro, piscina, ospedale, campo di gioco, all'interno, non bastano i calcoli matematici dimostranti l'impossibilita tecnico/scientifica del presunto massacro, non basta l'assenza di qualsiasi referto (neppure per esperimento) su decessi per asfissia o gasazione mentre sono presenti centinaia di referti anche su fucilazioni e colpi di grazia a morenti.
Nulla è sufficiente.

Tanti sono stati e molti ne sono in corso di genocidi nel mondo.
Ma perchè i mass media hanno deciso di puntare l'attenzione sulle sole sofferenze subite dal popolo che risulta essere il creatore del sistema bancario più terribile mai visto, possessore totale dei media globali, ha accaparrato risorse ed energia, uccide giornalmente decine di confinanti per appropriarsi di nuova terra.
Un popolo che, nel peggiore dei casi, in 5 anni di guerra, ha subito un numero di "vittime" pari a quelle scomparse in 8 secondi a Hiroshima.
Germania, 7milioni; Giappone, 2 milioni; Italia, 1,8 milioni, Russia, 4 milioni; ......

Qualcuno su facebook ha definito il giorno della memoria 27 gennaio: anniversario dell'inizio della conquista del mondo.

D'altronde la storia ci insegna che è più facile ricordare quelli morti anzichè quelli che stanno morendo.

Vedremo se la memoria farà posto anche alla verità.......

Spero che verità e giustizia si riapproprino presto di questo mondo, che finora sembra sopraffatto dall'odio dagli sporchi interessi e dalle energie negative che da essi ne derivano. 


Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...