Post Recenti

CERCA

sabato 15 luglio 2017

Dov'è la libertà?




A scuola ti istruiscono ad ubbidire, a competere e a non mettere mai in dubbio quel che ti dicono essere la verità.

Al lavoro devi stare sottomesso a regole troppo spesso disumane, e le accetti ringraziando per quel tozzo di pane che ti distingue da chi lo deve elemosinare. E accetti che quel tozzo diventi sempre più piccolo rispetto al costo della vita.

Se apri una attività ti seppelliscono di tasse e di imposizioni che ti rubano la vita e il tempo per viverla e che ti costringono ad indebitarti.

Se stai male ti impongono i protocolli delle multinazionali del farmaco e ti attaccano ferocemente se scopri che i metodi alternativi sono molto più efficaci. I medici, se vogliono essere tali, devono attenersi scrupolosamente a questi protocolli anche contro qualsiasi evidenza non funzionano o peggiorano la situazione del paziente.

Se hai imparato a fare sana prevenzione e ad avere un sistema immunitario forte e solido, ti impongono 12 vaccini che ti renderanno malato cronico e destabilizzato per tutta la vita.

Se vuoi scambiare beni e servizi ti costringono ad usare una moneta emessa dal nulla che, ogni volta che viene creata, genera un debito corrispondente che tu dovrai ripagare anche se sei tu il creatore di beni e servizi.

Se hai bisogno di spostarti, di refrigerarti, di scaldarti, di far funzionare qualsiasi macchinario o elettrodomestico, sei obbligato ad usare la stessa energia che si usava più di cento anni fa ben sapendo che da molto tempo esiste energia libera, pulita e gratuita per tutti. 

Per qualsiasi cosa tu debba fare, devi girare per ore a produrre sempre la stessa documentazione e a fornire sempre gli stessi dati su tutte le pratiche che devi fare. Quando ti va peggio ti sbattono da un ufficio all'altro finchè non sei sfinito. E molte volte non riesci a finire e devi tornare negli stessi posti anche più volte.

Se vuoi andare a farti una sana corsa a piedi o una bella pedalata, devi sempre stare attento che dal cielo non cada della schifezza ( che non molti ancora vedono non per mancanza di diottria ) che ti potrebbe procurare più danno del bene che ti vuoi fare.

Se vuoi riposarti sarai spesso costretto a fare le ferie quando le fanno tutti. Perderai molto tempo in file interminabili sotto il sole con tantissime altre pecore come te che viaggiano come lumache.


Se ti alzi in piedi e la tua voce esce dal coro tutti ti guardano come fossi strano, ma tu sai benissimo che quelli strani sono coloro che tutto questo la chiamano LIBERTA'







FONTE: testo condiviso sulla pagina Facebook di Pierangelo Spazzoli

Nessun commento:

Posta un commento

Printfriendly

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...